venerdì 6 settembre 2019

15 settembre 2019 - alla scoperta del Monte Baldo.. lungo i sentieri ritrovati

Escursione facile ad anello, percorre la cresta sud del Monte Baldo, da dove potremmo ammirare splendidi panorami che solo il Monte Baldo riesce a darci, questa volta da sentieri inusuali !

Per informazioni ed iscrizioni:
Fernando Biondani - tel. 348 5808895
Luciano Mozzo - tel. 329 6478906


Luogo e ora di partenza:
Piazza Chievo a Verona - ore 7:30
parcheggio del casello di verona Nord - ore 7:45

Totale tempo per il giro circa 3-4 ore compreso delle soste
Dislivello in salita: 732 metri - Nessuna dificoltà tecnica

Pranzo al sacco da consumarsi o alla bocchetta del Coal Santo oppure su cima Costabella (in funzione del meteo) 


Consigli utili..

Scarponcini adatti

Bastoncini
Acqua
Macchina fotografica
Binocolo

Descrizione:
Partenza da Malga Valfredda (1321 metri) che domina una delle più alte vallate del Baldo. Da li saliremo il ripido sentiero Lino Ottaviani (n.656) che ci porterà (40 minuti circa) in prossimità della cresta sommitale. Poco prima di raggiungere la cresta imboccheremo a destra il nuovo sentiero della sorgente (n° 67) che percorre quasi in piano un lungo tratto del costone est del Baldo passando sotto ai rifugi Fiori del Baldo e Chierego.
Una volta arrivati alla sorgente, il sentiero si impenna per arrivare alla bocchetta del Coal Santo a 1980 metri (dall’imbocco del sentiero sorgente circa 1,5 ore) .
Da li saliremo sulla cima Costabella a 2053 metri (circa 10 minuti) dove troveremo l’osservatorio belvedere e dal quale possiamo, seguendo le indicazioni delle lamelle in bronzo, le montagne circostanti di Veneto, Lombardia e Trentino Alto Adige.
Da qui scenderemo poi sulla cresta sommitale fino al rifugio Chierego (panorama fantastico), poi al rifugio fiori del Baldo fino a raggiungere l’imbocco del sentiero Lino Ottaviani che ci riporterà alla macchina.